top of page
  • Immagine del redattoreLa Redazione

Fuji Yama


Il Monte Fuji è uno dei vulcani più famosi e iconici del mondo, situato sull'isola di Honshu in Giappone. Con la sua altezza di 3.776 metri, è la montagna più alta del Giappone ed è una delle principali attrazioni turistiche del paese. Ogni anno, migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo visitano il vulcano per ammirare la sua bellezza naturale e per scalare la montagna.

Oltre ad essere una meta turistica molto ambita, il Fuji Yama è anche una icona religiosa per la religione scintoista. Secondo questa religione, tutte le cose hanno uno spirito, e il vulcano è considerato una divinità. Da tempo, i praticanti dello scintoismo partivano dalla base del vulcano fino ad arrivare in cima perché ritenevano che salendo fossero più vicini agli dei.


Il monte Fuji si è formato circa 100.000 anni fa, nel Pleistocene, e con il passare del tempo si sono verificate numerose eruzioni che hanno contribuito alla formazione dell'edificio dalla forma conica. Il vulcano nipponico è composto soprattutto da lave di tipo andesitico, ossia lave dal difficile scorrimento che tendono a formare colate lente e spesse. La sua ultima eruzione risale al 1707 e prende il nome di Hoei. Questa causò la formazione di un cratere sul lato sud est dell'edifico vulcanico. L'eruzione terminò nel 1708, quindi il vulcano è in quiescenza da 315 anni.

Poiché è ancora attivo, il Fuji Yama è monitorato dalle autorità competenti, che hanno predisposto delle disposizioni di sicurezza per garantire la sicurezza dei visitatori e delle persone che vivono nelle aree circostanti. Tuttavia, nonostante i rischi associati all'attività vulcanica, migliaia di persone ogni anno decidono di scalare la montagna di fuoco, rendendola una delle principali fonti di reddito per il paese.

Inoltre, esso è anche un importante simbolo culturale e artistico del Giappone. Infatti, è stato rappresentato in numerose opere d'arte, tra cui dipinti, stampe e fotografie, e ha ispirato molti artisti e scrittori giapponesi nel corso dei secoli. Il Monte Fuji è quindi non solo una meraviglia naturale, ma anche un simbolo della cultura e della storia del Giappone.


Il vulcano è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 2013, in riconoscimento della sua importanza culturale e naturale. La montagna è stata anche scelta come uno dei simboli delle Olimpiadi estive di Tokyo 2020, che si sono tenute nel 2021 a causa della pandemia di COVID-19.


La scalata del Fuji Yama è una sfida per molti escursionisti, ma richiede una buona preparazione fisica e mentale. La stagione di scalata va da luglio a settembre, quando le condizioni meteorologiche sono più favorevoli. Durante questo periodo, le autorità giapponesi organizzano anche servizi di emergenza e di supporto per i visitatori.

La salita al può essere faticosa, ma la vista dalla cima è spettacolare. Dalla vetta, si può ammirare un panorama mozzafiato sulla regione circostante, compresi i laghi e le città vicine. Inoltre, la vista del sorgere del sole dal Monte Fuji è considerata una delle esperienze più emozionanti che si possano vivere in Giappone.

Oltre alla scalata, ci sono molte altre attività che si possono fare. Ad esempio, si possono visitare i templi e i santuari che si trovano ai piedi della montagna, o fare un giro in barca sui laghi vicini. Inoltre, la regione intorno al Monte Fuji è famosa per la sua cucina, che include specialità come il sushi, il ramen e il wagyu beef.


In sintesi, il Monte Fuji è una delle meraviglie naturali più spettacolari del Giappone e del mondo intero. Oltre ad essere una meta turistica molto ambita, il vulcano è anche un importante simbolo culturale e religioso per il popolo giapponese. La sua bellezza e la sua maestosità lo rendono una meta imperdibile per chiunque visiti il Giappone.

Comments


bottom of page